Categorie

sintomi tumore prostata

Sintomi tumore alla prostata

Al giorno d’oggi sono sempre più in aumento i casi di tumore alla prostata, noto anche come adenoma prostatico: è bene perciò conoscere attentamente quali sono i suoi sintomi in maniera tale da trovare la giusta soluzione terapeutica.

 

Quando si parla di tumore alla prostata si fa riferimento ad un problema di una certa rilevanza che colpisce gli uomini. D’altronde solo gli uomini possiedono questa ghiandola che è fondamentale per garantire un corretto funzionamento del sistema urinario, soprattutto per quanto concerne l’espulsione di urina e di sperma.

La prostata interviene principalmente nella produzione di liquido che andrà a costituire l’eiaculato maschile e che permetterà di fecondare la donna.

Bisogna considerare che tale ghiandola agisce grazie all’influenza degli ormoni sessuali che vengono secreti dall’organismo maschile: in primis il testosterone che permette la crescita idonea della prostata.

 

Nel momento in cui la crescita diventa abnorme soprattutto a livello cellulare si parla di adenoma prostatico o tumore della prostata.

 

Questo vuol dire che ci sarà un ingrossamento della stessa che potrà portare a problemi di diversa entità.

Vale comunque la pena evidenziare un aspetto di certo non poco importante, ovvero che il tumore alla prostata è solitamente poco aggressivo. Può arrivare ad un livello alquanto grave nel suo sviluppo nel momento in cui non venga trattato nella maniera idonea oppure qualora non ce ne si accorga in tempo.

 

I Sintomi

Per ogni uomo è importantissimo conoscere nei dettagli quali sono i sintomi di un problema del genere in maniera tale da sapere anche come agire per curare tumore alla prostata.

Nella prima fase questo tumore è completamente asintomatico per cui non ci accorgerà di alcun tipo di malfunzionamento. Un primo sintomo che potrebbe manifestarsi nel momento in cui l’adenoma inizi a diventare di dimensioni alquanto elevate è il dolore durante la minzione.

Questo fastidio viene determinato dall’aumento di volume della ghiandola: col passaggio dell’urina o anche del liquido spermatico ci sarà un contatto che creerà una sensazione non poco dolorosa.

Inoltre parlando dei sintomi dell’adenoma prostatico è utile ricordare che anche lo stimolo continuo di dover urinare nelle ore notturne potrebbe essere un segnale di allarme da non sottovalutare.

Così come l’eventuale presenza di sangue all’interno dell’urinao anche nello sperma che potrebbe così dare prova di un problema importante a livello della prostata.

Altri sintomi che è fondamentale conoscere sono dolore durante l’eiaculazione, disagio generale nella zona pelvica, stanchezza, malessere, mancanza di appetito, dolore e gonfiore alla schiena o anche in tutta la zona del bacino.

I sintomi tendono ad essere particolarmente marcati soprattutto in quei soggetti in cui il tumore abbia avuto uno sviluppo particolarmente accellerato.

Questo potrebbe richiedere un intervento più marcato. Anche se è fondamentale ricordare che per risolvere questo disturbo molto importante è sempre utile affidarsi al consiglio di personale esperto che sappia dare delle indicazioni utili anche per quanto concerne la diagnosi dell’adenoma prostatico.

 

Fattori di rischio

Ma se si considera che il numero di uomini affetti da tumore della prostata sono ormai tantissimi è doveroso evidenziare che ci sono dei fattori di rischio che determinano i sintomi.

Partendo dall’età avanzata, periodo durante il quale la prostata tende a perdere il massimo della sua funzionalità fisiologica. Ricordando anche la predisposizione familiare dato che alcuni studi hanno evidenziato che effettivamente ci sia una correlazione alquanto stretta tra l’insorgenza di tumore e casi presenti nella stessa famiglia in generazioni precedenti. Anche la mancanza di esercizio fisico e l’eccessivo consumo di alimenti grassi potrebbero comportare un aumentato rischio che si sviluppi tumore alla prostata.

Occorre comunque sottolineare che curare tumore alla prostata non è semplice ma la scienza sta facendo passi in avanti importantissimi.

Si stanno svolgendo dei test per verificare quanta efficacia abbiano determinati farmaci che permettono alle cellule di quest’area del corpo di crescere in maniera normale. E soprattutto all’aumento di dimensioni non seguirà in alcun modo un’elevata probabilità di contrarre l’adenoma prostatico. Conoscendo queste utili informazioni ci si saprà muovere nel modo giusto e affidandosi al personale più esperto.

 

Potrebbe interessarti:

Farmaci per la cura della prostata