esame sangue psa

Esame PSA

L’esame del PSA (Prostate Specific Antigen) serve a verificare la concentrazione dell’Antigene Prostatico Specifico, nel siero degli uomini.
Si tratta di una proteina sintetizzata dalle cellule della prostata, i cui valori possono essere facilmente individuabili grazie ad un comune prelievo del sangue.
Il PSA è una proteina che viene prodotta solo dalla prostata, perciò verificandone la concentrazione nel sangue, è possibile valutare lo stato di saluta della ghiandola prostatica.

 

L’esame del PSA: cos’è e a cosa serve

L’Antigene Prostatico Specifico svolge l’importante funzione di mantenere fluido il liquido seminale, favorendo così la sopravvivenza e la mobilità degli spermatozoi nell’apparato riproduttivo femminile.
Il valore del PSA nel sangue viene valutato, nelle comuni analisi del sangue, a partire dai 50 anni di età e consente di diagnosticare precocemente sia i malfunzionamenti della prostata, che la presenza di cellule tumorali.
A tal proposito è opportuno specificare che i valori del PSA indicano solo lo stato di salute della ghiandola prostatica, ma non sono in grado di identificare il tipo di problema che potrebbe colpire la prostata, per questo è necessario una visita urologica specifica.
Sebbene l’esame del PSA non consenta di comprendere da che tipo di disturbo è colpita la ghiandola prostatica, è comunque utile ad individuare la presenza di tumori, sia benigni che maligni. Infatti, in entrambi i casi il valore di PSA rilevato nel sangue è maggiore rispetto alla norma, a quel punto sarà necessaria una biopsia prostatica per verificare la natura del tumore.
L’esame del PSA viene effettuato anche dopo aver individuato la presenza di un tumore prostatico, per verificare l’andamento delle cure e la loro buona riuscita.

 

I valori del PSA

La presenza di valori alti nel sangue di PSA, viene rilevata quando si è in presenza di un tumore benigno (ipertrofia prostatica e infiammazione prostatica), tuttavia sono stati riscontrati valori alti anche in altre situazione, come: palpazione della prostata in seguito ad una visita specialistica, utilizzo di cateteri, assunzione di farmaci (allopurinolo), dopo essersi sottoposti ad un intervento chirurgico ed, in fine, anche nel caso di attività sessuale recente.
Valori bassi di PSA (anche del 50%) sono stati riscontrati in soggetti che assumono inibitori della 5-alfa-reduttasi.
Spesso i valori alti di PSA nel sangue , producono falsi positivi. Questo si verifica quando vengono riscontrati valori di PSA, che fanno temere la presenza di un tumore prostatico, ipotesi che viene smentita da altri esami.
É quindi chiaro che questo esame non può, da solo, consentire di individuare con certezza la presenza di un tumore prostatico.
Valori normali di PSA, sono riscontrati quando questa proteina è presente in una concentrazione pari a 4 nanogrammi per millimetro di sangue.

 

I costi

L’esame del PSA ha diversi costi a seconda che venga effettuato privatamente o in convenzione con il servizio sanitario nazionale.
A tal proposito è possibile affermare che un esame del PSA svolto privatamente costa circa 25 euro, mentre lo stesso esame sostenuto in una struttura ASL ha un costo di circa 15 euro.