La Serenoa Repens


Cos’è la Serenoa Repens?

Nota anche come Sabal Serrulata o Saw Palmetto, la Serenoa Repens è una pianta appartenente alla famiglia delle Arecaceae.

E’ una palma semplice, le cui foglie (lunghe tra i 50 e i 100 centimetri) terminano in un piccolo ventaglio di circa 20 foglioline. La sua altezza può raggiungere i 4 metri e produce grandi infiorescenze giallo-bianche, che possono avere una lunghezza di 60 cm. Il frutto prodotto è una drupa di tonalità scura (rosso-nerastro).

La Serenoa Repens è molto diffusa lungo la costa atlantica e in alcune zone interne degli Stati Uniti; cresce in fitti boschi lungo la costa, nelle vicinanze di pini. E’ conosciuta soprattutto perché viene utilizzata in una moltitudine di prodotti naturali per la prevenzione di diverse patologie.

Cenni storici

Le popolazioni native degli Stati Uniti utilizzavano il frutto della Serenoa Repens sia come cibo, sia come medicinale per le malattie del sistema riproduttivo e dell’apparato urinario. Quando i coloni europei vennero a conoscenza delle proprietà di questa pianta, la importarono in Europa e iniziarono a usarne l’estratto essiccato per curare malattie nervose, affezioni dell’apparato respiratorio e dell’apparato uro-genitale, debolezza, stanchezza e difficoltà digestive. Nella medicina popolare del secolo scorso, la Serenoa Repens era usata per trattare principalmente disturbi infiammatori, enuresi notturna, eczemi e tosse. Oggi, la medicina tradizionale, sfrutta la Serenoa Repens anche come rimedio contro l’enuresi notturna, la tosse, gli eczemi e per incrementare la libido.

Proprietà della Serenoa Repens

Le analisi condotte sull’estratto dei frutti della Serenoa Repens, dimostrano che essi sono molto ricchi di acidi grassi e fitosteroli; contengono, in particolare, elevate quantità di acido oleico, acido laurico, acido miristico, acido linoleico e linolenico, acido palmitico, acido caprilico e caprico, sia in forma libera che esterificati. Tra gli steroidi sono presenti il beta-sitosterolo e il campestrolo. L’estratto, inoltre, contiene flavonoidi, polisaccaridi solubili, oli essenziali, trigliceridi ed acido antranilico.
I principi attivi contenuti nell’estratto sono attivi a livello ormonale: sono, infatti, in grado di stimolare i recettori degli estrogeni e di inibire i recettori androgenici nella prostata, producendo effetti anti-estrogenici e anti-androgenici. Queste proprietà sono dovute al fatto che i principi attivi bloccano l’enzima 5-alfa-reduttasi (classe I e II), la cui funzione biologica è convertire il testosterone nel di-idro-testosterone (DHT).

Il di-idro-testosterone è la forma metabolicamente attiva del testosterone che agisce sui tessuti periferici, a livello dei quali conduce allo sviluppo di caratteristiche strettamente maschili (peli, produzione di sebo, voce profonda): l’inibizione dell’enzima 5-alfa-reduttasi blocca la produzione di tale forma attiva e ne blocca, quindi, anche gli effetti.

L’estratto di Serenoa Repens è commercializzato in Italia con il nome di Permixon per il trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna (IPB). Questo farmaco può essere considerato un fitoterapico e, come già detto, agisce a livello periferico, bloccando il metabolismo del testosterone. L’estratto lipidico sterolico della Serenoa Repens è anche un antinfiammatorio, perché inibisce gli enzimi lipossigenasi e le ciclossigenasi, prodotti del metabolismo dell’acido arachidonico; in tal modo, se ne inibiscono anche i mediatori infiammatori successivi, ovvero le prostaglandine e i leucotrieni. Ulteriori studi più approfonditi hanno dimostrato l’azione anti-spasmodica della pianta, svolta mediante la riduzione dell’ingresso cellulare degli ioni calcio.

La funzione principale del farmaco, tuttavia,  rimane quella di dare sollievo dai sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna, che può causare l’impotenza: va ricordato che il farmaco non è in grado di ridurre le dimensioni della prostata, ma solo di trattare i sintomi dell’ingrossamento. L’assunzione dell’estratto migliora anche la ritenzione urinaria (avviene quando la vescica durante la minzione non si svuota completamente).

Il trattamento consigliato

Per il trattamento, si consiglia l’assunzione di 1-2 grammi di farmaco al giorno oppure di 320 mg al giorno di estratto lipidico. È essenziale attenersi alle indicazioni del medico curante e del foglietto illustrativo, perché le dosi da assumere cambiano in base alla quantità di fitosteroli e di acidi grassi liberi; ai fini terapeutici, l’estratto di Serenoa Repens va acquistato in preparazioni standardizzate per conoscere esattamente la quantità di principio attivo che si sta assumendo.

Non si tratta di un integratore, ma di un farmaco vero e proprio che non deve essere assunto con leggerezza.
La Serenoa trova impieghi anche nella medicina omeopatica come rimedio per contrastare disturbi della diuresi e infiammazioni delle vie urinarie. La quantità di rimedio omeopatico da assumere può essere diversa da individuo a individuo, anche in funzione della tipologia di preparazione e del tipo di diluizione omeopatica che si deve impiegare.

 

La Serenoa Repens e i capelli

La perdita dei capelli è vista da tutti come una menomazione difficile da accettare, anche se gli uomini sono intimamente rassegnati, prima o poi, a subirla. Quando, però, la calvizie insorge in età giovanile (la cosiddetta alopecia androgenetica), vedersi allo specchio con sempre meno capelli, può divenire davvero insopportabile e sconfortante.

L’alopecia androgenetica maschile è un fenomeno genetico causato dal di-idro-testosterone, che è prodotto in abbondanza ed è estremamente dannoso per i follicoli piliferi, molto sensibili alla sua azione: il DHT li porta a rimpicciolire gradualmente, per poi produrre capelli sottilissimi e, infine, cessare del tutto la produzione. L’intero processo non avviene in pochi giorni, ma in un periodo di tempo prolungato che consente al soggetto di attivarsi per trovare un rimedio.
Naturalmente, esistono dei rimedi per la calvizie androgenetica, a patto di agire subito senza lasciarsi deprimere dalla caduta dei capelli; in fasi precoci, il problema è trattabile.

Alcuni studi recenti evidenziano che la Serenoa Repens può aiutare i soggetti affetti da calvizie ereditaria, in quanto agisce in modo molto simile ai farmaci che combattono la perdita dei capelli, come la finasteride (inibitore dell’enzima 5-alfa-reduttasi). Nei tessuti periferici l’estratto di Serenoa Repens inibisce la trasformazione del testosterone nella sua forma attiva (DHT, di-idro-testosterone) e riduce, quindi, caratteristiche prettamente maschili come la calvizie e la stempiatura, oltre che la caduta precoce e la seborrea (uno dei sintomi dell’alopecia). Gli studi hanno valutato anche l’efficacia delle formulazioni già in commercio per il trattamento della calvizie androgenetica, rispetto a formulazioni arricchite con estratto di Serenoa Repens: i risultati hanno messo in evidenza un aumento nel numero e nella massa dei capelli, mentre la produzione di sebo ne è risultata ridotta.
Differenze con i farmaci tardizionali

Molti farmaci, volti a contrastare la caduta dei capelli, spesso, inducono gli uomini a terminare in anticipo la terapia poiché comportano effetti collaterali, quali:

  • diminuzione della libido;
  • disfunzione erettile;
  • esantema;
  • ginecomastia.

La Serenoa Repens, invece, presenta effetti collaterali piuttosto lievi e gestibili, come mal di testa o mal di stomaco. Grazie alla tollerabilità delle compresse, sono numerose le case farmaceutiche che si sono interessate agli estratti di questa pianta e, come emerge dai trial clinici, il 40% dei soggetti affetti da alopecia androgenetica che si è sottoposto al trattamento con estratto di Serenoa Repens, ha visto migliorata la propria situazione clinica.

La Serenoa Repens è un rimedio naturale per la calvizie, il che significa che è meno potente dei farmaci convenzionali, ma presenta il vantaggio di causare effetti indesiderati non comuni e molto più tollerabili.

L’assunzione di Serenoa Repens, però, non può essere casuale e deve seguire le indicazioni del medico, poiché si tratta di un estratto vegetale molto potente che interferisce con il normale metabolismo ormonale.

L’alopecia androgenetica può colpire anche le donne?

La risposta è sì, poiché, la sensibilità dei follicoli piliferi all’azione periferica del DHT, non dipende dal sesso, ma dalla sensibilità del follicolo stesso al DHT.

Follicoli molto sensibili al di-idro-testosterone, sia negli uomini che nelle donne, perdono progressivamente la capacità di produrre il capello. Sebbene gli uomini siano maggiormente interessati dall’alopecia androgenetica, anche le donne, soprattutto dopo la menopausa o in presenza di squilibri ormonali, possono soffrire di calvizie androgenetica.

L’alopecia androgenetica femminile si manifesta meno drammaticamente, ma la donna ne subisce maggiormente le ripercussioni, soprattutto a causa del considerare deturpata la propria immagine.

Nella donna, l’alopecia androgenica si manifesta quando viene persa l’azione protettiva degli estrogeni, ad esempio, in menopausa o dopo il parto. Di conseguenza, è più semplice porre rimedio alla condizione, perché è sufficiente ripristinare un minimo di concentrazione estrogenica, ad esempio, con una terapia ormonale sostitutiva, oppure bloccare gli effetti periferici del DHT.

Se non bloccati, tali effetti, possono causare problemi quali:

  • irsutismo;
  • produzione eccessiva di sebo;
  • infertilità.

Serenoa Repens: risultati

Gli studi sull’estratto di Serenoa Repens sono stati effettuati in doppio cieco, ovvero, trattando un gruppo di volontari con l’estratto e un altro gruppo con un placebo.

Per quanto riguarda l’ipertrofia prostatica benigna, i benefici apportati dall’estratto non hanno portato diminuzioni della massa prostatica, ma solo una riduzione della sintomatologia (minzione aumentata con frequenti risvegli notturni, calo del volume urinario, ritenzione urinaria).

Sebbene alcuni trial siano stati oggetto di critiche, l’estratto di Serenoa Repens è ufficialmente in commercio sotto il nome di Permixon; quindi, il medicinale ha superato la fase di revisione da parte delle agenzie del farmaco.

Ulteriori ricerche effettuate in vitro, hanno evidenziato che l’estratto vegetale di Serenoa può ridurre il numero di cellule tumorali nella prostata; tuttavia, nonostante i risultati preliminari promettenti, non esistono ancora studi clinici al riguardo.

Secondo gli studi condotti in doppio cieco, i pazienti che hanno assunto l’estratto hanno visto diminuire la minzione notturna del 43%, l’enuresi del 45% ed aumentare il flusso urinario del 50%, dopo un mese di utilizzo. Non è stato rilevato alcun effetto collaterale significativo.

Ulteriori trial hanno confrontato l’estratto di Serenoa Repens e finasteride, il farmaco più utilizzato per trattare sia l’iperplasia prostatica benigna che l’alopecia androgenetica e dal confronto è emerso che, circa l’80% dei 1000 soggetti maschili coinvolti, ha constatato una minore intensità dei sintomi.

Ciò avviene perché la finasteride è, senza dubbio, più efficace, ma causa effetti indesiderati notevoli che, invece, non si verificano assumendo l’estratto di Serenoa.
Gli effetti individuali dipendono significativamente dalla dose utilizzata, che va calibrata in base all’intensità del disturbo.

Riassumendo, le attività farmacologiche attribuite all’estratto di Serenoa sono quelle sopra descritte, ossia:

  1. inibizione della conversione periferica dell’ormone testosterone nella forma attiva 4 volte più potente di-idro-testosterone, attuata sia inibendo l’enzima 5-alfa-reduttasi, sia competendo con il legame del DHT al proprio recettore intracellulare;
  2. azione antagonista sul recettore adrenergico alfa-1, con conseguente attività antispastica;
  3. inibizione parziale del metabolismo dell’acido arachidonico, che porta alla produzione di mediatori infiammatori, quali prostaglandine e leucotrieni.

Sono in corso ricerche volte ad abbinare gli estratti di Serenoa ad altri composti naturali con attività benefiche come, ad esempio, il tè verde, il cui consumo costante normalizza la pressione, diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari, e riduce il danno da radicali liberi, grazie alla numerosa presenza di antiossidanti. L’associazione tra estratti naturali antiflogistici e anti-androgenici e fitoderivati dall’azione antiossidante potrebbe rendere più completa la linea di fitoterapici, aumentandone i vantaggi.

Serenoa repens cura

Controindicazioni ed effetti collaterali del farmaco

Gli effetti indesiderati dell’estratto di Serenoa Repens sono, come abbiamo detto, inferiori rispetto a quelli provocati dall’assunzione di farmaci sintetici per la cura della prostatite e dell’alopecia, ma esistono comunque alcune controindicazioni alla sua assunzione, così come la possibilità che si verifichi qualche effetto collaterale di lieve entità.

Se l’estratto viene assunto a stomaco vuoto, possono verificarsi nausea, dolori gastrici e indolenzimento addominale, perciò si consiglia di assumerlo durante i pasti o, comunque, insieme al cibo per rallentarne l’assorbimento. Alcuni soggetti riportano occasionali cefalee e problemi di digestione.

L’estratto non va assunto insieme ad altri farmaci, in caso di:

  • terapie ormonali, a causa dell’attività anti-androgena dell’estratto;
  • assunzione di ferro: la pianta contiene tannini, cioè molecole che tendono a legare l’atomo di ferro formando complessi insolubili e non metabolizzabili che possono causare effetti tossici sulle cellule del sangue;
  • terapia antiaggregante o anticoagulante: aumenta il rischio di emorragie;
  • asma;
  • ipertensione;
  • ipercolesterolemia;
  • diabete;
  • insufficienza o malattia epatica;
  • precedenti di infarto del miocardio.

Le possibili interazioni non sono ancora sufficientemente note, quindi si consiglia di consultare il medico per ogni dubbio. L’estratto può contenere alcuni eccipienti che possono causare reazioni di ipersensibilità.

I bambini e gli adolescenti, così come le donne durante la gravidanza o l’allattamento, non dovrebbero assumere l’estratto. Nonostante questo fitofarmaco sia considerato sicuro, non va mai maneggiato e assunto con leggerezza.

I pazienti affetti da forme di cancro ormono-dipendenti, come alcuni istotipi di tumore al seno, all’ovaio e all’endometrio, non devono assumere l’estratto di Serenoa senza aver prima consultato il proprio medico specialista.
La Serenoa Repens contiene in abbondante quantità il beta-sitosterolo, un grasso vegetale, la cui formula molecolare è molto simile al colesterolo animale; chi soffre di dislipidemie, ipercolesterolemia, malattie cardiovascolari, malattie epatiche e pressione alta, oppure ha già subito un infarto, dovrebbe evitarne l’assunzione.
Nonostante molti fitofarmaci siano messi in commercio come semplici rimedi erboristici o integratori naturali, va ricordato che contengono comunque una certa quantità di principio attivo, quantità che nel caso delle erbe medicinali non è indicata perché non nota: questi estratti non devono mai essere assunti senza controllo medico per il potenziale rischio di gravi, anche se rare, reazioni avverse.

Serenoa Repens: benefici per la donna

La Serenoa Repens non è utile soltanto per problemi tipicamente maschili, ma è un valido alleato anche per la donna, sia per la cura dei capelli, sia per il trattamento dei dolori mestruali.

Sui capelli, la Serenoa aumenta l’afflusso ematico e la perfusione, migliorando l’ossigenazione e, quindi, la vitalità del capello stesso; è particolarmente efficace se assunta in periodi durante i quali i capelli sono particolarmente stressati.

La donna in gravidanza non deve assumere l’estratto di Serenoa perché esso interferisce pericolosamente con lo sviluppo del feto e con l’assetto ormonale della gestazione stessa. Anche durante l’allattamento se ne sconsiglia l’assunzione: si tratta di una fase particolarmente dedicata sia per la puerpera che per il neonato, e qualsiasi prodotto che possa interagire con gli ormoni fisiologici va evitato; inoltre, alcune preparazioni contengono alcol etilico che è tossico per il feto e il neonato, che non lo possono metabolizzare.

Le donne in età fertile che assumono l’estratto di Serenoa dovrebbero – dopo aver consultato il medico – assumere un anticoncezionale che assicuri l’adeguato apporto di ormoni, necessari al ciclo mestruale e al mantenimento della fertilità.
L’estratto di Serenoa viene usato anche dalle donne con disturbi al seno, grazie al suo contenuto di fitoestrogeni (letteralmente, estrogeni vegetali). Nel lungo periodo, potrebbe essere osservato un lieve aumento del volume delle mammelle, grazie all’effetto anti-androgenico del fitofarmaco.

Durante la menopausa viene a mancare l’effetto protettivo degli estrogeni, a causa della cessazione del ciclo ormonale e questa carenza comporta il rischio di osteoporosi, di cancro al seno e di alopecia androgenica che colpisce il 50% delle donne in menopausa, ovvero quelle che presentano maggiori livelli di androgeni non più controbilanciati dagli ormoni femminili (anche se non tutte se ne rendono conto, in quanto il disturbo è molto soggettivo).
Prima di ricorrere a farmaci di sintesi come la finasteride, vale la pena tentare di ridurre la caduta assumendo estratti di Serenoa Repens che sono in grado di ridurre sensibilmente l’insorgenza della calvizie.

La caduta dei capelli può essere causata anche da patologie, quali la sindrome dell’ovaio policistico, che va trattata farmacologicamente, ma può essere alleviata dall’estratto di Serenoa Repens.

Grazie all’attività spasmolitica esercitata mediante l’antagonismo del recettore adrenergico alfa-1, questo fito-estratto ha anche azione antispastica e, quindi, contribuisce al sollievo dei dolori crampiformi mestruali, causati dalla contrazione dei muscoli uterini durante il flusso mensile.

Tradizionalmente, c’è la credenza che Serenoa Repens aumenti il desiderio sessuale delle donne e la loro energia, grazie al contenuto di fitoestrogeni che si legano ai recettori degli estrogeni umani. Anche le donne con problemi urinari possono beneficiare dell’estratto di Serenoa sempre per merito dell’azione antispastica e diuretica che contrasta la ritenzione urinaria.

Serenoa repens donne

Serenoa Repens: costi e raccomandazioni

Il farmaco in commercio come Permixon costa 20 euro, per 16 capsule da 320 mg. Sul web si possono trovare analoghi a prezzo più basso, ma va prestata attenzione alla provenienza e agli ingredienti: il principio attivo deve essere l’estratto lipidico sterolico di Serenoa Repens.

I prodotti a base di estratto di Serenoa sono molto numerosi. L’integratore naturale Serenoa Body Spring costa circa 13 euro e possiede la stessa azione benefica sulla prostatite benigna, favorendo le funzionalità fisiologiche.

I prodotti contenenti estratti di Serenoa possono essere acquistati in farmacia (con ricetta medica nel caso di farmaci), in erboristeria o nei negozi specializzati, anche online; i prezzi dipendono dal grado di purezza dell’estratto, dalla quantità di capsule/compresse, dalla quantità di principio attivo presente e dagli eccipienti.

Non è consigliabile assumere tali prodotti senza controllo medico, soprattutto per chi soffre di malattie croniche o assume altri farmaci.
Le ricerche tossicologie effettuate confermano che alle dosi consigliate, l’estratto di Serenoa Repens non è tossico a breve e a lungo termine.

L’estratto non va considerato come un integratore che possa sostituire una dieta varia ed equilibrata; non vanno superate le dosi raccomandate.

Supplemento di Serenoa Repens per la prostata


New From: EUR 32,99 In Stock

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *