Le proprietà benefiche dell’estratto di saw palmetto


La pianta

La Serenoa repens, comunemente conosciuta col nome di saw palmetto, è l’unica specie correntemente classificata all’interno del genere Serenoa, si tratta di una palma nativa del Nord America con un lungo ciclo vitale, alcuni esemplari possono vivere fino a 700 anni. Il fusto può raggiungere un’altezza tra i 2 e i 4 metri con foglie di lunghezza variabile tra 1 e 2 metri terminanti in un ventaglio di circa venti foglioline che variano tra i 50 e i 100 cm di lunghezza, il picciolo che unisce le foglie al fusto è provvisto di spine delicate. I principi attivi della pianta sono in grado di produrre effetti antiestrogeni e antiandrogenici rendendola efficace nel trattamento di diversi tipi di patologie.

I fiori della serenoa repens sono di colore tra il giallognolo e il bianco di 5 mm di larghezza e producono una densa infiorescenza lunga fino a 60 cm.

Il frutto è una drupa di colore nero/rossastro e rappresenta storicamente un importante fonte di nutrimento tanto per gli animali quanto per gli esseri umani. Dal frutto, che può essere consumato anche nella sua forma originale, si ricava un estratto disponibile sotto forma di capsule, tinture o compresse che presenta un’alta concentrazione di steroli e acidi grassi ed è proprio l’alta percentuale di questi componenti a fornire alcuni dei risultati benefici indotti più straordinari di questa pianta tra cui: protezione contro il cancro alla prostata, miglioramento del funzionamento dei reni, aumento della massa muscolare e un generale miglioramento delle condizioni del sistema immunitario. La composizione chimica dell’estratto può interagire negativamente se in combinazione con altre cure, si consiglia perciò di rivolgersi ad uno specialista prima di cominciare un trattamento con questa particolare pianta.

 

Le tipologie di trattamenti

 

  • Contro il cancro alla prostata: Contro tale tipologia di cancro, ad oggi tra le prime cause di mortalità maschile, l’utilizzo dell’estratto di saw palmetto, agendo sul processo di ipertrofia prostatica benigna, che consiste in un ingrossamento localizzato della ghiandola, permette, attraverso la stimolazione dei recettori estrogeni e di inibizione di quelli progestinici, di generare una maggiore riproduzione cellulare a livello prostatico. Tale aumentata attività di riproduzione cellulare porta ad una diminuzione delle possibilità di sviluppare un cancro alla prostata e allevia il dolore in fase di urinazione.

 

  • Prevenzione dell’incontinenza: Grazie alle proprie componenti chimiche l’utilizzo dell’estratto rinforza l’apparato urinario e il funzionamento dei reni prevenendo l’insorgere di incontinenza e riducendo le infiammazioni a cui sono soggetti sia l’uretere sia la vescica, inoltre si è dimostrato essere di aiuto per pazienti affetti da calcoli renali.

 

  • Stimolazione sessuale: L’utilizzo dell’estratto di saw palmetto è riconosciuto essere un ottimo trattamento contro l’impotenza maschile e alcune ricerche dimostrano come possa essere utilizzato anche come afrodisiaco naturale. In alcuni casi specifici può anche aumentare la fertilità o comunque prevenire la sterilità nell’uomo.

 

  • La salute del sistema immunitario: Tra gli effetti benefici propri di questo tipo di estratto va annoverato anche un generale miglioramento del sistema immunitario, specialmente contro infiammazioni alla gola, raffreddore e tosse. Pazienti che soffrono di mal di testa ed emicrania ne hanno notato le capacità antinfiammatorie in grado di ridurre il dolore e il fastidio causati da queste patologie.

 

Infine diverse ricerche hanno dimostrato come tale estratto, agendo a livello ormonale, abbia un impatto anche in termini di aumento della massa muscolare e inversione o rallentamento del processo di perdita dei capelli.

I benefici dell’utilizzo dell’estratto di saw palmetto sono molti e interessano diverse parti del corpo tuttavia un utilizzo improprio dello stesso può interagire negativamente con i fluidificanti del sangue o può portare ad effetti collaterali se in combinazione con altre cure, è fondamentale quindi rivolgersi ad un medico prima di inserire l’utilizzo di questa pianta all’interno di una routine giornaliera o settimanale. Effetti collaterali possono includere nausea, diarrea, costipazione e vertigini.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *